RECENSIONE iPhone 3G

Introduzione


Io purtroppo non posseggo l’iPhone 3G, ma l’iPod Touch, quindi prenderò spunto da un’altra recensione già scritta!

iPhone 3G. Un nome semplice e anche poco originale, in linea con la nomenclatura che Apple utilizza per molti dei suoi prodotti hardware e software, eppure è innegabile già ad un primo sguardo come la poca originalità inizi e finisca lì. Ad Apple va riconosciuta una certa audacia, giustificata solo in parte dal nome forte che ha saputo costruirsi, o sarebbe meglio dire ricostruirsi, con il successo dell’iPod, divenuto nell’immaginario di molta gente sinonimo di lettore multimediale portatile.

image


Chi ha avuto l’occasione di avere in mano un iPhone di prima generazione, mai presentato ufficialmente in Italia, potrà confermare come la prima impressione sia proprio quella di avere a che fare con qualcosa di diverso dal solito, molto diverso. Il vecchio motto di Apple, think different, avrebbe trovato forse la migliore collocazione proprio in questo nuovo apparecchio Apple. Che poi sia migliore o peggiore rispetto a quanto si è abituati a maneggiare è un discorso a parte, ma non si può non notare come l’iPhone sia diverso già alla prima accensione, grazie ad un’interfaccia utente particolarmente accattivante.

E’ proprio qui la forza del telefono cellulare secondo Apple, che cattura l’attenzione dopo un solo sguardo, anche quello di chi poco segue il mondo della tecnologia perché in primo luogo non trova la tastiera. O almeno quella in senso tradizionale. L’impressione è quindi quella di essere di fronte ad un progetto audace, ora disponibile anche in Italia nella versione iPhone 3G, in grado di adattarsi al mercato europeo grazie all’integrazione di moduli compatibili con le tecnologie 3G, che mancavano nella prima versione commercializzata inizialmente solo negli Stati Uniti.

In questa recensione, cercheremo di analizzzare tutte funzioni di questo melafonino, e vedremo anche i reali limiti dello smartphone.

iPhone 3G

image

Un parallelepipedo di color bianco opaco, dalle dimensioni non eccessivamente contenute: è così che si presenta la confezione di iPhone 3G 16GB che abbiamo ricevuto in redazione. Il colore della scatola anticipa la livrea del telefono, caratterizzata dalla presenza della scocca posteriore di color bianco ad effetto smaltato. Come la tradizione del packaging Apple ci ha abituato, sulla scatola viene riprodotta l’immagine del dispositivo a grandezza naturale.

image

Sfilando la parte superiore della confezione ci troviamo dinnanzi al telefono, protetto da una pellicola trasparente e collocato nell’incavo di un piccolo vassoietto plastico (l’intera confezione è fatta in una speciale plastica fabbricata con l’amido di mais e di patate, ed è quindi molto ecologica e biodegradabile) al di sotto del supporto troviamo un piccolo pacchetto che contiene tutta la documentazione relativa al prodotto, gli immancabili sticker della mela mordicchiata, e un piccolo punteruolo che consente di accedere, vedremo in seguito, al supporto per l’inserimento nel telefono della SIM. Presente anche un panno nero in microfibra per la rimozione degli inevitabili aloni che si formeranno sul display.

image

L’interno della confezione è poi diviso in tre scomparti che contengono il caricabatterie, la presa di corrente da applicare a quest’ultimo, il cavo di collegamento al sistema tramite interfaccia USB e gli auricolari comprensivi di microfono.

All’aspetto puramente esteriore iPhone si presenta come un dispositivo di dimensioni abbastanza compatte: le dimensioni del cellulare sono di 115,5 x 62,1 millimetri, assieme ad uno spessore di soli 12,3 millimetri. Il peso è di 133 grammi. Apple ha scelto di apportare poche variazioni al design originale, adottando semplicemente forme leggermene più morbide ed arrotondate sugli spigoli e sui profili del dispositivo. Dal punto di vista tecnico iPhone 3G è un terminale UMTS/HSDPA (850, 1900, 2100MHz) e GSM/EDGE (850, 900, 1800, 1900MHz) che supporta connessioni Wi-Fi 802.11b/g e Bluetooth 2.0+EDR ( le connessioni Bluetooth siano limitate solamente al collegamento con auricolari, quindi per ora non potrete ne invieare ne ricevere dati).

image

Sullo spigolo superiore, spostato nella parte destra, si trova il piccolo pulsante che funge sia da blocco schermo, sia da accensione/spegnimento del dispositivo. Sulla parte sinistra toviamo invece il plug mini-jack da 3,5 millimetri per gli auricolari che, rispetto al modello di precedente generazione, ora consente l’impiego di auricolari di terze parti.

image

Sul bordo superiore è presente il piccolo cassettino per l’alloggiamento della tessera SIM: utilizzando l’accessorio fornito in dotazione, si va ad agire sul forellino posto all’estremità del cassettino. In questo modo si sbloccherà il meccanismo a scatto che mantiene in sede il supporto e diverrà possibile Apporre la sim sull’apposito telaietto.

image

Il profilo sinistro reca un interruttore a slitta che permette di silenziare la suoneria del telefono. Poco distante da esso si trovano due pulsanti che consentono di incrementare o ridurre il volume delle segnalazioni acustiche.

image

Alla base del dispositivo troviamo il connettore a pettine per il collegamento del cavo USB che consentirà la sincronizzazione del dispositivo con il computer, tramite il software iTunes. Alle due estremità del connettore troviamo due piccole viti a croce che consentono di rimuovere la scocca del cellulare e due piccoli altoparlanti che consentono di ascoltare musica e l’audio dei filmati senza la necessità di utilizzare gli auricolari.

image

La facciata principale è quasi interamente occupata dal display, una unità LCD da 3,5 pollici di diagonale, con risoluzione di 480×320 pixel a 163 pixel per pollice. Alla base dello schermo è posizionato un pulsante meccanico. Il display è protetto da un pannello di policarbonato lucido particolarmente resistente ai graffi e inserito in una cornice nera. Lungo i bordi del cellulare è stato impiegato un profilo plastico ad effetto cromato.

image

La finitura della parte posteriore è realizzata, come abbiamo accennato poco sopra, in plastica bianca ad effetto lucido e caratterizzata dal logo della Mela mordicchiata incastonato al centro con finitura a specchio. La livrea bianca è disponibile solamente per il modello da 16GB, il quale è proposto anche in versione con scocca di colore nero. La colorazione nera, invece, è l’unica disponibile per il modello da 8GB. Sul dorso del cellulare, posizionato nell’angolo superiore sinistro, trova posto l’ottica della fotocamera integrata.

iTunes

Apple si affida ad iTunes per tutte le operazioni di gestione del cellulare. Il software risulta indispensabile almeno per la messa in opera di iPhone: sarà infatti necessario, alla prima accensione, dover effettuare l’attivazione del telefono inserendo in esso una SIM card funzionante e collegandolo al computer. Ricordiamo che iPhone 3G è supportato a partire dalla versione 7.7 di iTunes e che per poter procedere all’attivazione del cellulare è necessario sottoscrivere un account ad iTunes Store.

Nella procedura di attivazione, che occupa lo spazio di pochi secondi, verranno configurati in modo automatico i parametri di connessione alla rete in relazione al gestore della nostra SIM Card. iTunes si prenderà inoltre carico di verificare che il firmware presente su iPhone sia aggiornato all’ultima versione disponibile, in caso contrario ci verrà comunicato che è disponibile un nuovo pacchetto di aggiornamento e sarà lasciata a noi la decisione se procedere alla sua installazione o meno. La verifica della presenza di eventuali aggiornamenti è automatica e periodica.

image

immagine dimostrativa

E’ tramite iTunes che sarà possibile operare la sincronizzazione ed i trasferimento di contenuti dal nostro PC o Mac all’iPhone: tramite gli appositi pannelli sarà possibile scegliere i contenuti da trasferire e iTunes li sincronizzerà in modo automatico. Nel caso si utilizzi un sistema Macintosh, iTunes utilizzerà come fonti predefinite le librerie di iPhoto per quanto riguarda le immagini, i calendari di iCal, gli indirizzi della propria rubrica e i preferiti web di Safari. Utilizzando Windows, invece, sarà lasciata all’utente il compito di selezionare le directory e i programmi (se supportati) dai quali attingere i contenuti.

image

A differenza di quanto avviene con iPod shuffle, nano e classic, iPhone 3G non può essere utilizzato in qualità di periferica di storage flash. Con gli strumenti ufficialmente messi a disposizione da Apple, infatti, non è per ora possibile accedere in alcun modo al filesystem o trasferire direttamente sul dispositivo contenuti diversi da filmati, foto e brani musicali. iPhone 3G supporta tuttavia anche una serie di altri documenti: a fronte di quanto abbiamo appena scritto sottolineiamo che per il trasferimento di questi è necessario dover utilizzare la posta elettronica.

Le prove
Il primo contatto con l’iPhone è molto buono, esteticamente è piacevole, scivola facilmente in tasca e le prime operazioni di personalizzazione delle impostazioni avvengono con facilità. I comandi sono molto intuitivi, anche se la gente sulle prime litiga un po’ con la barra di sblocco del telefono. Lo schermo si sporca in fretta con il grasso delle dita, ma la sottile patina si rende evidente e fastidiosa solo in particolari condizioni di luce e nelle visuali laterali

Funzioni telefoniche

image

Il telefono offre un ampio tastierino numerico e tasti funzione (virtuali) per l’aggiunta di un numero ai contatti, per la ricerca nella rubrica, per la visualizzazione delle chiamate recenti e per l’accesso veloce ai numeri ‘preferiti’.

La qualità delle conversazioni telefoniche è molto buona sia in ricezione che in invio; le conversazioni possono essere effettuate in ambiente mediamente rumorosi senza problemi e sono assenti echi o rumori spuri. É disponibile anche l’opzione vivavoce che in ambienti non troppo rumorosi è pienamente utilizzabile, sia per quanto riguarda l’ascolto sia dal punto di vista del nostro interlocutore.

image

Le icone in alto a sinistra del display informano sempre dello stato della connessione, visualizzando chiaramente se l’iPhone sta utilizzando le reti 3G o quelle wi-fi o se, ancora, è impostata la modalità ‘Flight Mode’ che spegne tutte le connessioni, in modo da non contravvenire, ad esempio, con le regole utilizzate dalle compagnie sulla maggior parte dei propri voli.

La gestione dei contatti è piuttosto esaustiva, ogni voce della rubrica può infatti essere personalizzata con una vasta serie di dati ed informazioni e con una foto identificativa, oltre alla possibilità di scegliere una differente suoneria per ciascun contatto. Manca, tuttavia, la possibilità di salvare le informazioni dei contatti direttamente sulla SIM card del telefono.

Messaggistica

image

Le funzioni di messaggistica SMS rappresentano il punto debole del cellulare della mela. Apple ha infatti deciso di implementare una visualizzazione a “chat” per quanto riguarda gli SMS: tutti i messaggi che scambieremo con lo stesso contatto saranno salvati come “conversazione” e verranno graficamente rappresentati come un susseguirsi di botta e risposta, tramite fumetti, tra due interlocutori. Sebbene tale scelta sia sicuramente suggestiva, avremmo preferito la possibilità di poter organizzare i messaggi di testo anche in maniera più tradizionale. Un difetto oggettivamente inaccettabile è infatti l’impossibilità di eliminare il singolo messaggio dal momento che viene lasciata la possibilità di cancellare solamente l’intera conversazione.

Un’altra evidente lacuna è l’assenza del contatore caratteri; nel caso si stia scrivendo un messaggio piuttosto articolato si rischierà facilmente di sforare il limite dei 160 caratteri ed inviare così, inconsapevolmente, due messaggi.

iPhone 3G, inoltre, non supporta i messaggi di testo multimediali, gli MMS. E’ possibile che qualcosa in futuro possa cambiare, con il rilascio di versioni aggiornate del firmware, anche se ad oggi non sono ancora disponibili informazioni ufficiali in tal senso.

Posta elettronica

Il client di posta elettronica permette di gestire più account contemporaneamente. Questi ultimi e le cartelle al loro interno vengono divisi in un elenco con campi abbastanza grandi da essere utilizzati senza problemi con le dita.

La personalizzazione della casella di posta è semplice e sebbene il form di impostazione dell’account sia, in principio, uguale per tutti i servizi (tranne che per i servizi basati su Microsoft Exchange), l’utente trova segnalati alcuni dei più importanti servizi di posta elettronica, (Gmail, AOL, Mobile me…) sentendosi in qualche modo rassicurato che la procedura di accesso alla propria casella possa svolgersi senza intoppi. Per i servizi segnalati alcuni parametri (quali ad esempio i server di ricezione e invio della posta) sono già preimpostati e l’utente deve solo inserire indirizzo e password.

La fruizione delle caselle ci è parsa piuttosto funzionale e abbastanza semplice da gestire. Apprezzabile la scelta di Apple per quanto concerne la gestione dei download degli allegati ai messaggi di posta: è lasciata all’utente la decisione se scaricare l’allegato o meno.

Navigazione web

image

Safari è forse l’applicazione che distingue maggiormente l’iPhone dagli altri smartphone. La navigazione all’interno delle pagine è fluida e la funzione di zoom a due dita risulta molto comoda. In un attimo si riesce a scorrere tutta la pagina, soffermandosi poi, ingrandendo, i particolari di maggiore interesse. L’assenza del supporto a Flash limita, in diversi casi anche pesantemente, la piena navigazione ai siti Html.

image

Cliccando sui campi che richiedono l’inserimento di un testo si apre automaticamente la tastiera per la scrittura, mentre toccando i menu a tendina questi vengono riprodotti in grande nella parte bassa dello schermo, permettendo una facile selezione. La navigazione supporta il tabbed browsing, permettendo di portare avanti diverse sessioni di navigazione in differenti schede. Queste sono facilmente raggiungibili tramite il pulsante posto in basso a destra nella schermata. Ricordiamo inoltre che sfruttando gli accelerometri presenti nel telefono sarà possibile adottare la visualizzazione delle pagine in modalità “landscape” semplicemente ruotando di lato il cellulare.

Considerazioni

iPhone è il telefono che rivoluzionerà il mercato dei cellulari? In realtà la sezione esclusivamente telefonica (intendendo con ciò tutto quanto di relativo alle chiamate e ai messaggi di testo) ci è parso essere il punto debole del prodotto della Mela. In modo particolare la nostra critica è rivolta alle scelte intraprese in merito alla gestione degli SMS, che riteniamo essere davvero troppo limitante per un cellulare di questa classe. Ci auguriamo che Apple se ne renda conto e provveda ad implementare funzionalità più flessibili quanto prima tramite un aggiornamento del firmware.

Tra le lacune più significative non si può non citare il mancato supporto a MMS e videochiamate: dal punto di vista oggettivo è doveroso riconoscere che si tratta di funzionalità che attualmente sono messe a disposizione da pressoché tutti i cellulari in commercio che vengono proposti sul mercato nella stessa fascia di prezzo di iPhone 3G, sarà poi ciascun utente a decidere, in base alle proprie esigenze, se ciò rappresenta un difetto insormontabile oppure un accettabile compromesso.

Per ciò che concerne invece le funzionalità proprie della veste di “internet device” il giudizio è piuttosto variegato. Dal lato che interessa strettamente la consultazione delle pagine web abbiamo maturato pareri sostanzialmente positivi, grazie alla presenza del browser web Safari, all’interfaccia multitouch e ai sensori di movimento che rendono tutte le operazioni estremamente semplici, regalando un’esperienza d’uso che ancora non è possibile provare su altri dispositivi smartphone e palmari. L’assenza del supporto a Flash rappresenta una mancanza significativa, che speriamo venga risolta in futuro. Facili e anche divertenti da usare sono i piccoli programmi e i widget come l’analisi dei titoli di borsa, lo strumento per le previsioni del tempo e l’interfaccia proprietaria per l’accesso a YouTube, mentre piuttosto utile si rivela Google Maps in abbinamento al modulo GPS interno.

Lascia un po’ perplessa la velleità della declinazione “business” del prodotto: se da un lato si apprezza l’introduzione, da parte di Apple, del supporto alle tecnologie Exchange e alle VPN, dall’altro lato si rimane con un certo disappunto nel constatare l’impossibilità di modificare file direttamente dal cellulare, così come la mancanza di una funzionalità così essenziale come il copia-incolla.

L’iPhone, sebbene negli spot pubblicitari televisi venga presentato come un dispositivo che ‘fa un buon lavoro con il tuo lavoro’ è un apparecchio pensato per telefonare, ascoltare musica, fruire video e visualizzare mail e informazioni. Il termine ‘visualizzare’ è chiave nella sua filosofia. Si possono ricevere mail con allegati Office, video, mp3, immagini, ma l’iPhone ne permette la sola visualizzazione. Addirittura per le sole immagini è prevista la possibilità del salvataggio in locale, mentre gli altri tipi di file (compresi gli mp3) sono solo fruibili al momento online.

Anche in questo caso si tratta di problemi che possono essere facilmente risolti con un aggiornamento software ed ancora una volta non possiamo fare altro che augurarci che Apple provveda quanto prima. Come ci è capitato spesso di dire, per guadagnarsi l’accesso all’olimpo dei prodotti business, è necessario che gli smartphone offrano la possibilità di effettuare modifiche sui file Office in arrivo via mail, la sola visualizzazione, seppur utile, non è spesso sufficiente per le esigenze degli utilizzatori professionali.

PREZZI DI iPhone 3G
Prima importante condizione: iPhone può essere acquistato solamente tramite un punto vendita di TIM o Vodafone, i due gestori che hanno stretto gli accordi con Apple per la distribuzione del cellulare sul territorio della Penisola. Ciò significa che non troveremo (almeno fino ad ora) alcun iPhone nei punti vendita autorizzati Apple, così come non vi sarà la possibilità di acquistare iPhone tramite l’Apple Store online.

Ciò non significa che gli iPhone venduti sono operato-lock o sim-lock. Anzi, il mercato italiano rappresenta una importante eccezione alle politiche distributive che sono state applicate dai gestori di altri paesi esteri. Attualmente, infatti, gli iPhone commercializzati su suolo italiano sono gli unici al mondo ad essere completamente liberi da vincoli tecnici su sim o su operatori. Gli unici vincoli sono di tipo contrattuale.

Entrambi gli operatori, TIM e Vodafone, hanno previsto proposte commerciali destinate sia al mercato delle ricaricabili, sia a quello dei piani ad abbonamento. Nel primo caso iPhone sarà proposto a prezzo pieno, ovvero 499,00 Euro per il modello da 8GB e 560,00 Euro per il modello das 16GB, mentre invece scegliendo di acquistare iPhone assieme ad un piano tariffario ad abbonamento, si potranno ottenere interessanti ribassi sul prezzo del cellulare.

Vediamo di seguito in dettaglio quali sono le proposte di ciascuno dei due operatori.

image

iPhone 3G sarà disponibile nei negozi Tim, Vodafone e presso gli Apple Premium Reseller dall’11 luglio.
Gli operatori hanno messo a punto abbonamenti ad hoc per iPhone 3G e opzioni tariffarie da abbinare al proprio profilo ricaricabile.

image

Abbonamenti per iPhone 3G
iPhone starter:15 cent al minuto per le chiamate, 15 cent per gli sms, 1GB di dati, 30€ al mese, prezzo iPhone: 199/269€ (8GB/16GB);
iPhone 250:250 minuti per le chiamate, 100 sms, 1GB di dati, 50€ al mese, prezzo iPhone: 189/259€ (8GB/16GB);
iPhone 600:600 minuti per le chiamate, 200 sms, 1GB di dati, 80€ al mese, prezzo iPhone: 149/219€ (8GB/16GB);
iPhone 900:900 minuti per le chiamate, 900 sms, 1GB di dati, 110€ al mese, prezzo iPhone: 99/169€ (8GB/16GB);
iPhone unlimited:5000 minuti per le chiamate (+ 100 per l’europa), 1500 sms, 5 GB di dati, 200€ al mese, prezzo iPhone: 0/69€ (8GB/16GB);

Abbonamenti attivabili dal 21 luglio
iPhone starter Exclusive:15 cent al minuto per le chiamate, 15 cent ad sms, 1GB di dati, 20€ al mese (richiede il possesso di un abbonamento Tutto compreso), prezzo iPhone: 199/269€ (8GB/16GB);
iPhone web oversize:15 cent al minuto per le chiamate, 15 cent ad sms, 5GB di dati, 70€ al mese, prezzo iPhone: 99/169€ (8GB/16GB);

Tariffa per le ricaricabili
Maxxi iPhone, 50 Mb di dati al giorno, superati i 50 Mb si attiverò automaticamente una tariffa al prezzo di 1€ che aggiunge altri 30Mb, al superamento si paga in base al piano telefonico; 10€ al mese, Prezzo iPhone: 499/569€ (8GB/16GB)

image

Abbonamenti per iPhone 3G
Vodafone facile Medium: 400 minuti di chiamate, 400 sms, 600MB dati, 59€ al mese, prezzo iPhone: 199/269€ (8GB/16GB);
Vodafone Special Edition: illimitati minuti di chiamate verso vodafone (+250 per gli altri), illimitati sms per vodafone (+250 per gli altri), 600MB dati, 79€ al mese, prezzo iPhone: 99/169€ (8GB/16GB);
Vodafone Facile Large: 900 minuti di chiamate, 900 sms, 600MB dati, 99€ al mese, prezzo iPhone: 49/119€ (8GB/16GB);
Telefono facile: (solo per quelli che hanno già un abbonamento) chiamate: NO, sms: NO, dati: NO, 9€ al mese (+ attuale abbonamento), prezzo iPhone: 199/269€ (8GB/16GB);

Tariffa per le ricaricabili
Vodafone Pack: 150 MB di dati a settimana, 3€ a settimana, Prezzo iPhone: 499/569 (8GB/16GB);

Tariffa per gli abbonamenti
Vodafone Pack: 600 MB di dati al mese, 10€ al mese, Prezzo iPhone: 499/569 (8GB/16GB).

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: